Tre punti facili, aspettando il derby

Nessuna vittoria è mai facile, ma quella conquistata dalla Lazio a Parma è stata, almeno in questa stagione, la più tranquilla delle partite. Unico neo: la concentrazione intermittente del primo tempo, che ha consentito al Parma di andare vicino al gol, con un colpo di testa di Cornelius (26′) parato alla grande da Reina. Prima e dopo, numerose azioni non concretizzate dalla Lazio, con Luis Alberto, Immobile, Caicedo che non inquadrano la porta e se la inquadrano (Caicedo al 30′) trovano un’ottima risposta di Sepe. Il primo tempo finisce senza gol e la Lazio, di certo, non brilla per concretezza, ma rispetto alla trasferta di Genova sembra più decisa a far male.

Nella ripresa, col Parma già rimaneggiato che perde i pezzi e gioca con una difesa improvvisata, dai e dai arriva il gol, con Luis Alberto che insacca di precisione su passaggio di Lazzari. Subito prima non trovano il gol Immobile, imbeccato dallo spagnolo, che arriva lungo dopo aver saltato il portiere, e Acerbi, che non riesce a trovare la giusta coordinazione su calcio d’angolo, sprecando a porta incustodita.

Sbloccato il risultato, la gara si mette in discesa: i biancocelesti palleggiano e cercano, senza particolare tensione, il raddoppio, che arriva grazie a Caicedo, che finalizza una grande azione di Milinkovic-Savic sulla sinistra. Il resto è accademia, con qualche occasione sprecata. Un discreto galoppo in vista del derby di venerdì sera, con spazio per Pereira, Patric e Djavan Anderson nella girandola dei cambi, oltre a Cataldi e Akpa Akpro. Discreta prestazione di tutti, con menzione particolare per Lazzari, finalmente sicuro e tranquillo, e Milinkovic-Savic, che si sta impegnando ad aiutare la squadra a trovare equilibrio.

Per affrontare la Roma e metterla in difficoltà bisognerà fare meglio, ma lo stimolo sarà ben diverso, e la Lazio ha dimostrato di saper bene interpretare le gare più importanti.

PARMA (4-3-3): Sepe 6,5; Busi 5, Alves 5, Osorio 5 (1′ st Ricci 5), Valenti 5 (34′ pt Balogh 5,5); Sohm 5,5 (30′ st Mihaila), Brugman 6 (8′ st Inglese 5,5), Hernani 6; Kurtic 6, Cornelius 6, Gervinho 6. A disp.: Colombi, Rinaldi, Pezzella, Dezi, Cyprien, Brunetta, Camara, Sprocati. All.: Roberto D’Aversa.

LAZIO (3-5-2): Reina 6,5; Luiz Felipe 6,5, Acerbi 6,5, Radu 6,5; Lazzari 7 (30′ st Patric), Milinkovic 7, Leiva 6,5 (26′ st Cataldi 6,5), Luis Alberto 7 (20′ st Akpa Akpro 6,5), Marusic 6,5 (39′ st D. Anderson); Caicedo 7 (26′ st Pereira 6,5), Immobile 6,5. A disp.: Alia, Furlanetto, Armini, Hoedt, Escalante, Parolo, Muriqi. All.: Simone Inzaghi 6,5.

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

MARCATORI: 10′ st Luis Alberto (L), 22′ st Caicedo (L)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *