Ciao, Vavro

Denis Vavro se ne va al Genoa, in prestito, fino alla fine dell’anno. Costato una decina di milioni è arrivato, l’anno scorso, dal Copenhagen, referenziato come gemello di Skriniar. Ha messo in mostra un buon tocco di palla, movenze eleganti, ma è quasi sempre parso un pesce fuor d’acqua.
Inzaghi lo ha inserito, l’anno scorso, soprattutto in Europa League, dove la Lazio è stata eliminata nella fase a gironi. In campionato ha giocato l’intera partita solo a Genova, proprio contro il Genoa, collezionando complessivamente 18 presenze, di cui una soltanto quest’anno, per appena 866 minuti, soltanto 31 dei quali in questa stagione, in cui è scivolato fuori lista. A Genova potrà dimostrare il suo valore, alla corte di Ballardini. Inzaghi ha dimostrato con i fatti di non gradire il suo acquisto, che conti alla mano s’è rivelato sbagliato. 11.000 euro al minuto, mi sa che non è stato un buon affare…
Ma chissà, magari da oggi comincia il suo riscatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *